Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
Tempo di lettura: 6 minuti

Fermo, sorridi e di’ Snappr: aumenta in automatico il tuo network LinkedIn con la foto giusta

Sapevi dell’esistenza di uno strumento automatico per ottenere foto professionali e trasmettere tutta la tua professionalità in pochissimi click? È Snappr!
Tempo di lettura: 6 minuti

Fermo, sorridi e di’ Snappr: aumenta in automatico il tuo network LinkedIn con la foto giusta

Sapevi dell’esistenza di uno strumento automatico per ottenere foto professionali e trasmettere tutta la tua professionalità in pochissimi click? È Snappr!

Legge numero uno del nuovo web: i social non sono tutti uguali e per questo è importante saper avvicinarsi a ciascuno di essi nel modo giusto.

Sia nel caso di un profilo professionale che di quello che usi per la vita privata, gli elementi multimediali sono gli strumenti che prima vengono visualizzati.

Un’immagine è meglio di mille parole è una frase che dovrebbe essere sempre considerata. Non è solo una frase ad effetto ma un’assoluta verità.

La nostra mente pone molta più attenzione agli aspetti visivi, caratterizzati da immagini che a quelli uditivi o alla scrittura. Comprendere questo piccolo dettaglio è fondamentale per capire quanto può fare la differenza presentare un proprio profilo professionale con una foto adeguata.

Un esempio che calza perfettamente è il social network LinkedIn.
Perché una foto può essere importante quanto le proprie caratteristiche lavorative?

Te lo stai chiedendo e ti rispondo subito descrivendo la mia esperienza nell’aver impiegato differenti strumenti in modo da rendere la mia foto LinkedIn creativa e al contempo professionale.

Un po’ d’ispirazione… ci sta sempre!

Costruire il tuo network con LinkedIn: questione di sorrisi

Perché è importante?

Il primo dubbio che potrebbe sorgere è quello di pensare che possa essere opzionale completare il profilo LinkedIn con l’aggiunta di una foto e per di più ottimizzarla secondo le sue direttive.

Potresti pensare che si tratta di una piattaforma professionale e che quindi le aziende o, come si dice in gergo, i cacciatori di teste (cioè i selezionatori di curriculum) non vadano a visualizzare la tua fotografia; piuttosto la carriera, le tue referenze e le skills che potrebbero essere specifiche per un lavoro.

Beh anche io all’inizio ero convinto di questo.
E così più di una volta shakeravo il mio computer perché non mi capacitavo del fatto che il mio network di conoscenze su LinkedIn stentasse a crescere.

Nel cercare di capire dove stavo sbagliando mi sono trovato davanti a delle statistiche inconfutabili proposte dalla stessa piattaforma.
Ed è lì mi son detto “Ah?!”

In queste si diceva che un selezionatore passa gran parte del tempo a osservare la foto di un profilo e che grazie ad un’immagine appropriata la mia pagina poteva essere visualizzata ben quattordici volte di più.

Perché, grazie alla foto, si crea un contatto diretto con colui che entra nel mio profilo che -guarda un po’- successivamente finisce ad valutare le mie competenze.

Ovviamente non avrei mai immaginato che ci potesse essere una differenza talmente ampia. Così ho deciso di provare.

L’importanza di un’immagine per profilo: 400×400 pixel di successo

Un profilo costruito non solo con i miei dati, ma anche con una foto è qualcosa di molto diverso. In poco tempo il mio account ha iniziato a incrementare il numero di visite e la cosa sbalorditiva era il fatto che avessi aggiunto una foto a caso.

Così mi sono domandato cosa sarebbe successo se avessi creato un’immagine Linkedin specifica, ovvero una di quelle che potesse essere perfettamente adatta a essere considerata una foto per profilo social.

Tutto ciò calzava a pennello con la sfida che ho intrapreso da inizio 2019 e che metteva alla prova LinkedIn per una strategia di successo.
Se non sai di cosa parlo, guarda un po’ questo video!

Ma torniamo alla fotografia e ai mille dubbi che mi ponevo.
Sarebbe stata considerata professionale?
Come mi dovevo vestire?
Che sfondo avrei dovuto scegliere che espressione mantenere?
Le domande erano tantissime.

L’obiettivo però era ben chiaro: la più grande preoccupazione che mi sono posto era quella di voler dare un aspetto nuovo alla mia immagine e renderla al contempo creativa e professionale.

Sicuramente ci sarà qualcuno che penserà che le due parole non si possano accostare.
Una foto creativa non può essere professionale è un concetto spesso associato a una realtà standardizzata. Si pensa che il professionista sia quello che deve apparire in giacca e cravatta -ben stretta fino all’ultimo bottone, mi raccomando- sempre in quella posizione tipica e con quell’espressione seria e sicura. Hai presente i Curriculum degli anni 90, no?

Ma questi stereotipi valgono ancora nell’ambito moderno?
Può una foto rispecchiare le nostre competenze?

Oggi il concetto di creatività spesso viene accostato alla diversità.
In realtà ciò che è creativo può anche essere la semplice visione differente di una realtà già esistente. Un esempio semplice potrebbe essere il colore di un vestito, oppure la tipologia di trucco o di acconciatura dei capelli.
Quindi accettiamolo: professionale e creativo possono essere considerati una realtà combinata e anzi necessaria per spiccare tra le diverse migliaia di profili esistenti.

E allora, arriviamo al dunque.
Il problema è creare un’immagine che permetta di combinare queste due caratteristiche!

PERCHÉ DOVRESTI DIFFERENZIARTI? Hai mai sentito parlare di strategia oceano blu? Se la risposta è no, beh dovresti approfondire!

Professionalità e creatività: il ritratto di un professionista di successo

Creare la giusta foto, questo pensiero mi assillava.

Così ho iniziato a riflettere su quali possono essere i parametri che caratterizzano la professionalità di un individuo e che possano trasmettere tale realtà a chi osserva il mio profilo, semplicemente attraverso la foto.

Prima cosa: mi sono domandato quale tipologia di foto fosse più adatta: mezzo busto o intera?
Inoltre era importante scegliere il giusto abbigliamento e la location in cui effettuare lo scatto.
Altro problema era l’espressione del viso: dovevo restare serio oppure potevo sorridere in modo da dimostrare la mia sicurezza?
Alla fine ho anche compreso che bisognava stare molto attenti al formato della foto, dato che un’immagine di dimensioni troppo grandi non viene visualizzata bene sugli smartphone o sul tablet, ma al contempo una risoluzione troppo piccola avrebbe ridotto alcuni dettagli.

Stavo perdendo il mio tempo, e se hai imparato a conoscere noi Automatikers sai cosa pensiamo su questo argomento.

I parametri sono così tanti e non sempre è facile riuscire a scegliere nel modo giusto, soprattutto quando è necessario avere un’immagine LinkedIn pronta il prima possibile e non si ha molto tempo a disposizione per questa operazione.

In una realtà come la nostra, alla fine, la soluzione è arrivata come sempre dal web.

Lo strumento definitivo per creare la foto per il profilo: Snappr

Affidarsi ad un professionista del settore, cioè il fotografo è l’idea che poteva risolvere la scelta della foto.

Ma a chi domandare? Non è necessaria una semplice foto, uno scatto che tutti possono eseguire ma qualcosa di specifico e adatto quindi a un social network con profilo professionale. Così nella mia ricerca forsennata di trovare una soluzione, mi sono imbattuto nel servizio di Snappr. Ma che cos’è Snappr?

È un portale online il quale ti permette di metterti in contatto con uno specialista del settore dell’immagine e poter quindi avere una foto adatta a ogni tua esigenza.
Ahh, sentivo già l’ebbrezza della scelta giusta.

Qualcuno a questo punto direbbe che basterebbe andare da un fotografo qualsiasi.

Nah, la novità di Snappr non è solo l’aspetto economico (ti dirò, molto accattivante), ma anche il fatto che ti offre la possibilità di selezionare la tipologia di servizio di cui hai bisogno.

Attraverso il portale quindi si valuta quale fotografia vuoi effettuare, se tu serve per un evento come la tesi di laurea, un semplice ritratto oppure per un particolare prodotto.

Nel mio caso avevo bisogno di utilizzare un’immagine personale per il profilo LinkedIn, ma se avessi voluto sarebbe stato possibile anche utilizzare il servizio offerto per poter avere una foto di un particolare oggetto, oppure delle stanze del mio B&B, o di tutto il mio team riunito!

Che servizio! E tutto in appena pochi e semplici passaggi.

Come funziona Snappr: la foto per il tuo profilo ovunque

Ma come funziona Snappr?

Basta registrarti al sito e selezionare la tipologia di foto che desideri.
Poi sarà possibile scegliere anche la somma che intendi investire nella creazione della foto LinkedIn più adatta.

Per la mia esperienza Snappr ti fa guadagnare un sacco di tempo tempo, dato che permette di selezionare i differenti parametri che sono adatti alle tue esigenze e (siediti, eh) ti mette in contatto direttamente con il fotografo.

Io non ho dovuto pensare a nulla, solo a fissare un appuntamento.
Fermo, sorridi e di’ Snappr… ecco le parole con cui si è concluso l’incontro e il mio reportage fotografico!

Crea foto professionali con Snappr

Legge del web numero 2: combinare la creatività con la professionalità

Creare un network grazie ad una foto. Mi assillava anche questo pensiero.

Ovviamente non vedevo l’ora di avere la mia foto. Così quando è stata completata la procedura ho deciso di aggiornare il mio profilo con la nuova immagine LinkedIn.

BOOM! Il fatto è che l’abilità di un professionista esperto è riuscita a combinare una ventata di novità e a sottolineare il mio essere un imprenditore che dà molta importanza alla professionalità.

Il risultato è stato esaltante.

Una volta caricata la foto sul profilo ho subito notato che le visite iniziavano ad aumentare nettamente e il mio network LinkedIn stava incrementando vertiginosamente. Ah, la parte migliore: in maniera automatica!

La foto produceva proprio l’effetto sperato, cioè essere il messaggio attraverso cui raccontare Stefano a chi mi osserva.

Ora il mio profilo Linkedin attraverso la mia foto sembra prprio dire che sono una persona che ama il suo lavoro, ma al tempo stesso vivo di creatività ed innovazione.

Ah, e aggiungerei… che ama condividere ciò che ha imparato.
Guarda cosa ho preparato per te. 🔽

LINKEDIN È UN’INCOGNITA? 👎🏻

Per fortuna ho già testato  strumenti e strategie per rendere il tuo profilo l’hub del tuo network e garantirti risultati. Per te queste informazioni vogliono dire VENDITE!

Ti è piaciuto? Sharing is caring

Share on linkedin
Condividi su LinkedIn
Share on facebook
Condividi su Facebook
Share on twitter
Condividi su Twitter
Share on whatsapp
Condividi su WhatsApp

Ti può interessare anche...

UNISCITI ALLA COMMUNITY!

Attraverso la nostra newsletter, ogni mese centinaia di automatikers stanno imparando GRATIS a vendere di più senza stress. Che dici, ti unisci a loro?